Passito e Tradizione Culinaria: I due pilastri dell'Enogastronomia di Pantelleria

Enogastronomia

Enogastronomia

Enogastronomia

Sapori unici e tradizioni millenarie

IL PASSITO 

La fertilità tipica della terra vulcanica ha favorito, sin dall’antichità, la coltivazione della vite. E’ l’uva “Zibibbo” il vitigno predominante nell’isola che viene coltivato tenendo le piante molto basse per proteggerle dai venti. La sua uva molto dolce viene utilizzata per la produzione di un eccellente vino bianco secco e di un vino da dessert o da meditazione dal profumo e dal gusto d’uva seccata al sole, il Passito di Pantelleria. Il fascino della produzione di questo vino ha attirato parecchi estimatori e curiosi del settore, una fra tutti Carole Bouquet che, nella contrada rurale di Serraglia, ha realizzato una cantina dove il “passito” è prodotto secondo l’antica tradizione di Pantelleria.

LA CUCINA

La cucina pantesca è una cucina legata al mondo contadino e mescolata all’esperienza marinara, basata sui prodotti della terra lavorata con tanto amore e tanta fatica, una terra che però ripaga con profumi, varietà e ricchezza di doni. Possiamo dire che a Pantelleria regna l’alimentazione mediterranea con tutta la sua genuinità e fragranza, ricca di vegetali e prodotti stagionali, cerali, legumi, molto pesce e poca carne. Le ricette sono davvero varie e diversificate, abbiamo minestre di verdure e legumi, zuppe di pesce, arrosti di carne, grigliate di pesce e tanto altro.

Prenota ora al miglior prezzo!