Ambiente di Pantelleria: Natura incontaminata, Patrimonio Unesco, Parco Nazionale d'Italia

Ambiente

Ambiente

Ambiente

L’isola di Pantelleria: patrimonio Unesco nel 2014  per la pratica agricola della vite ad alberello e recentemente proclamata 24° Parco Nazionale Italiano.

L’isola di Pantelleria riconosciuta patrimonio Unesco nel 2014 per la pratica agricola della vite ad alberello e recentemente proclamata 24° Parco Nazionale Italiano, è un’isola che si distingue per il carattere rurale dei luoghi. Il popolo pantesco nasce come popolo agricolo e nel corso della sua storia ha saputo modellare un territorio aspro, creando i terrazzamenti che oggi caratterizzano l’isola e che hanno permesso la coltivazione dei suoi prodotti tipici. La Montagna Grande è caratterizzata da 1500 ettari di bosco composto in gran parte dal Pino Marittimo e dal Pino d’Aleppo. La Macchia Mediterranea è presente un po’ ovunque, tra gli arbusti più diffusi sono da ricordare l’erica che qui abbonda, il rosmarino, il timo e la ginestra. Gli antichi sentieri una volta percorsi a dorso di mulo, che attraversano come una ragnatela letteralmente tutta l’isola per decine di chilometri, oggi grazie al progetto nato dalla volontà dell’Azienda Foreste Demaniali della Regione Sicilia, hanno nuova vita e coprono una distanza di circa 200 Km percorribili come sentieri da trekking. Di questi, 38 Km sono adatti anche per gli amanti della mountain-bike. Ci si immerge in una natura ancora incontaminata, incontrando specie endemiche di flora e fauna e restando affascinati dai forti contrasti di colori e profumi tra il paesaggio vulcanico, ricoperto dalla macchia mediterranea, la dolcezza dei terrazzamenti coltivati e il blu del mare. 

Nonostante l’isola sia costituita unicamente da roccia, la balneazione risulta abbastanza semplice grazie alla presenza di vaste distese di pietra liscia, dette “balate”, che vanno ad alternarsi a scogli neri e frastagliati dalle forme più bizzarre.

Prenota ora al miglior prezzo!